Realizzazioni parte seconda

[...] qualcosa di nuovo stava facendo capolino e me lo dovevo dire, e pure a gran voce. La parola giusta è riconoscimento, perché è importante. Come, e se, fosse evoluto in qualcosa non lo sapevo. Volevo solo venisse fuori per non avere rimpianti di essermi castrata anzitempo. E comunque, intanto avrei scritto un pezzetto di un vissuto che sentivo addosso, ancora, a distanza di mesi.
[...] Qualche volta la paura è passata dopo un bel sogno, altre ho lasciato che mi scuotesse un’inconsapevole umana bellezza. [...] Si è sommata un’altra certezza quindi o forse è diventata una nuova altra certezza, e parlo di qualcosa che tocca corde profonde, che come un gran Genio dice diventa una sfida a diventare quella nuova immagine passando per quelle crisi che ti dici E adesso, come si fa?
[...] E in tutta questa storia tengo un filo invisibile con una splendida Ricerca, che parla di Identità, di realizzazione, di rapporto con la realtà umana degli altri. Il mio grazie speciale va a Massimo, quel Genio. (Ondeia, 2017)

Mi leggo, mi ritrovo e metto mano alla presentazione di Ondeia. Come spesso mi succede, quando decido ovvero sento che è il momento, non ci metto molto. Eccola pronta.










Commenti

Post più popolari